Copyright

Le immagini e i testi pubblicati in questo sito, sono di proprietà esclusiva delle autrici del blog Il Giardino degli Aromi e sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/941 3 successive modifiche.
Non autorizziamo la pubblicazione di fotografie, testi, ricette, in alcun spazio della rete, che siano forum o altro senza preventiva richiesta.
Copyright © all rights reserved

martedì 3 maggio 2016

Finocchi stufati



Eccomi di nuovo con questa semplicissima e appetitosa ricetta. E' un contorno veloce e saporito che risolve in fretta il problema del contorno.

Io taglio i finocchi in spicchi sottili, li metto in un tegame antiaderente (in questo caso di ceramica) con un paio di cucchiai d'olio e un paio d'acqua, sale e pepe. faccio andare a fuoco veloce per una decina di minuti e poi abbasso un po' il fuoco e copro. Quando sono morbidi, circa dopo 15', unisco o robiola, o sottilette e una manciata di grana, faccio sciogliere ed è pronto!

Buon appetito. Alda

martedì 5 aprile 2016

Bocconcini di pollo con cavoletti di bruxell e ceci


Un secondo piatto gustoso!
Le quantità variano a seconda del numero di persone. Io ho usato una ventina di cavoletti, un petto di pollo non troppo grosso e una confezione di ceci in scatola, per 2 persone.
Ho sbollentato i cavoletti di bruxell, nel frattempo ho saltato in padella il petto di pollo, tagliato a pezzi, insieme ai ceci. Una volta pronti i cavoletti li ho aggiunti alla carne.. fatto insaporire e una volta impiattato ho spolverato con del formaggio grattugiato.

Buon appetito
Fraa

mercoledì 30 marzo 2016

Involtini di pollo



Questi sono involtini molto semplici ma molto gustosi, l'unica cosa da ricordare per averli più saporiti è prepararli la sera prima………


Dei pezzetti di petto di pollo battuti per renderli sottili, si devono mettere in un contenitore coprendoli con un uovo battuto (o più uova, dipende dalla quantità) con sale, pepe, timo tritato, guardando che tutte le fette abbiano preso bene l'uovo. Lasciar riposare una notte in frigo.

Togliere dal frigo e impanare, come per le cotolette, in un misto al 50% di pane grattugiato e grana grattugiato mescolati con trito di erbette varie (io timo e maggiorana). Se si vuole e i pezzi sono abbastanza larghi, si possono anche adagiare fettine di prosciutto o edamer o funghi sulla superficie, prima di chiudere. Arrotolare gli involtini e chiuderli con stuzzicadenti, unirli, nel tegame, a olio caldo ma non bollente e farli rosolare su tutti i lati. Quando sono dorati sfumarli con vino bianco e farlo evaporare, unire brodo, abbassare la fiamma e cuocere 45'. Quando l'acqua è consumata, unire del prezzemolo tritato.

Buonissimi anche il giorno dopo facendoli riscaldare unendo del latte.

Buon appetito. Alda

mercoledì 24 febbraio 2016

Vellutata di porri e patate



Ogni tanto ci rifacciamo vive!
Ultimamente mi piacciono molto le vellutate.. ora quella che preferisco è questa..

Ingredienti
 3 porri
4 patate
400 Acqua
20 gr olio evo
1. Cucchiaio Dado
Crostini

Mettere nel boccale, i porri tagliati a rondelle con l'olio, soffriggere: 3 min. 100° vel. 1, aggiungere le patate tagliate a fettine sottili, l'acqua fino a ricoprire il tutto e il dado , cuocere: 25 min. 100° vel. 1.
A questo punto frullare: 30 sec. vel. 6, nel caso risultasse troppo densa aggiungere più acqua e continuare la cottura: 5 min. 100° vel. 1.
Servire con un filo d'olio e crostini di pane

martedì 13 ottobre 2015

Ricotta di mandorle




Ebbene si, finalmente sono riuscita a provare la ricotta fatta col latte di mandorle!
La ricetta l'ho presa qui . Grazie a loro per averla provata.

Certo per chi può mangiare la ricotta fatta con latte animale, problemi non ce ne sono, ma chi è intollerante alle proteine del latte e alla soia???!!!???
Facilissima, se è uscita a me...state tranquille.
Chi è brava parte dal latte di mandorla auto prodotto...io non sono coì brava :D

Ingredienti :

1 litro latte di mandorla non zuccherato (io ho usato marca VALDIBELLA)
2/3 cucchiai aceto di mele (o succo di limone)
termometro (se lo avete)
cucchiaio di legno

Mettere in pentola il latte e portare a 85° (se non avete termometro, appena inizia a bollire).
Versate l'aceto di mele, oppure il succo di limone, mescolate due o tre volte col cucchiaio di legno.
Spegnere.
Lasciar raffreddare e versare in un colino per far perdere l'acqua...
Io l'ho messa in frigorifero e ogni tanto andavo a controllare per buttare acqua.
Dopo qualche ora....ecco la ricotta.



Il sapore ovviamente è di mandorla, io l'ho lasciata neutra,  quando è fatta scelgo se mi serve per il salato o per il dolce.
Ne ho presa un pochino e l'ho salata, ci ho messo erba cipollina fresca sminuzzata. Buona.
La prossima volta proverò a farla col succo di limone per vedere la differenza.

mercoledì 16 settembre 2015

Panini Hawaiani




Si ricomincia, sono ripartite le scuole e, quest'anno, mi sono ripromessa di non acquistare merendine. Se proprio non ce la faccio a preparare qualcosa di dolce per la merenda (la colazione è a base di barrette che posterò a breve), posso fare questi panini dolci. Sono piaciuti molto, sia con burro e marmellata, sia con nutella fatta in casa, sia da soli con un buon frullato accanto! Poi, nei contenitori, si conservano qualche giorno, oppure basta surgelarli.
Ho trovato questa ricetta fra quelle che pubblicano le "socie" di Giallo Zafferano.

Nella planetaria mettere mezza bustina di Mastro Fornaio, 125ml di succo d'ananas 100% a temperatura ambiente, 125ml di latte intero a temperatura ambiente, 40g zucchero, con la frusta mescolare 30" e poi lasciare una decina di minuti per attivare il lievito.
Unire altri 40g di zucchero, 60g di burro fuso freddo, 2 uova, 560g di manitoba. Mescolare con il gancio impastatore e unire mezzo cucchiaino di sale e mescolare ancora 10'.
Togliere dalla planetaria e impastare un paio di minuti a mano infarinando il piano lavoro. Coprire e far lievitare 2 ore.
Reimpastare e formare una salsiccia, tagliare 14-15 pezzi e fare le palline che poi metterete sulla carta forno, facendole lievitare ancora un'oretta.
Infornare a 190° per una ventina di minuti.

Buona merenda, Alda